L’Assistenza Domiciliare e
in Hospice è totalmente gratuita.
L’Associazione non si ferma
e non si è mai fermata.

Dall’inizio dell’emergenza ad oggi, metà ottobre, per sostenere i costi dei dispositivi di protezione necessari per operare in sicurezza abbiamo superato i 225.000 Euro.

È grazie al vostro aiuto se NON CI FERMIAMO!

L’Assistenza Domiciliare e
in Hospice è totalmente gratuita.

L’Associazione non si ferma
e non si è mai fermata.

Dall’inizio dell’emergenza ad oggi, metà ottobre, per sostenere i costi dei dispositivi di protezione necessari per operare in sicurezza abbiamo superato i 225.000 Euro.

È grazie al vostro aiuto se NON CI FERMIAMO!

L’Assistenza Domiciliare e in Hospice è totalmente gratuita.

L’Associazione non si ferma
e non si è mai fermata.

Dall’inizio dell’emergenza ad oggi, metà ottobre, per sostenere i costi dei dispositivi di protezione necessari per operare in sicurezza abbiamo superato i 225.000 Euro.

È grazie al vostro aiuto se NON CI FERMIAMO!

Perché donare ora?
La nostra lotta contro il Coronavirus

Se sei arrivato su questa pagina, probabilmente conosci già la nostra Associazione e sei interessato a capire perché, ed eventualmente come, potresti sostenerci. Troverai di seguito le risposte che cerchi.

Saprai già̀ che, da 35 anni, la Gigi Ghirotti Onlus si impegna per assicurare la propria assistenza ai malati inguaribili e per offrire sostegno alle loro famiglie. Saprai anche che le competenze sanitarie dei nostri operatori sono sempre accompagnate dal riconoscimento e dal rispetto indistinto per la dignità e la dimensione umana dei pazienti e dei loro cari.

Quello che forse non sai è che, purtroppo, l’emergenza Covid-19 ha ostacolato pesantemente il nostro lavoro.

All’iniziale difficoltà nel reperire adeguati dispositivi di protezione (fondamentali per la sicurezza del nostro personale, dei pazienti e dei loro familiari) si è aggiunta la defezione di alcuni dei nostri operatori sanitari, risultati positivi al virus e perciò costretti a rispettare scrupolosamente il periodo di quarantena.

Per questi motivi, i servizi a domicilio per la terapia del dolore e le cure palliative hanno subito un rallentamento.
Inoltre, l’attenta sanificazione dei locali (causata della presenza di un malato Covid-19 arrivato con tampone negativo da un ospedale cittadino) ha comportato un breve periodo di interruzione dell’attività̀ presso il nostro Hospice di Bolzaneto.

Nonostante tutto, la Gigi Ghirotti non si è fermata, e il filo che ci unisce ai pazienti non si è mai interrotto: i nostri medici, psicologi, infermieri e operatori sociosanitari, insieme al personale degli uffici, hanno fatto sì che la continuità̀ assistenziale fosse garantita ventiquattro ore su ventiquattro, anche per via telefonica.

 

“Tuttavia, come ha affermato il Presidente dell’Associazione, Franco Henriquet:
L’associazione è viva, ma mai si era trovata così in difficoltà.

 

Il lavoro dell’Associazione, infatti, è parzialmente finanziato grazie a convenzioni con il Servizio Sanitario Regionale: ASL3 Liguria, ma più della metà delle risorse proviene da donazioni private e da eventi di raccolta fondi.

La generosità̀ di tutti coloro che ci sostengono – con le donazioni, ma anche attraverso l’organizzazione, la partecipazione o la semplice condivisione delle nostre iniziative di raccolta fondi – è per noi sempre stato motivo di orgoglio e profonda riconoscenza. Tuttavia, in questo periodo critico, ci siamo dovuti scontrare con limitazioni nuove e impreviste.

Come ha spiegato il Professor Franco Henriquet, infatti,

 

“Abbiamo dovuto annullare, sospendere, posticipare i vari eventi sociali e culturali che si sarebbero dovuti effettuare in questi e nei prossimi mesi, iniziative che avrebbero dovuto portare quelle donazioni che costituiscono un bene prezioso per la vita della Gigi Ghirotti.”

Se ti stai chiedendo perché la tua donazione, ora, è così importante, vogliamo fornirti qualche dato numerico:

  • Nei primi tre mesi di emergenza, l’Associazione ha speso 170.000 euro per sostenere i costi dei dispositivi di protezione individuale (cuffie, calzari, guanti monuso in nitrile, visiere, camici in tnt monouso, camici chirurgici idrorepellenti, tute, mascherine chirurgiche, mascherine kn95 o ffp2) e di strumentazione medica aggiuntiva (pulsossimetro/saturimetro, termometri a infrarossi, fondedoscopio, sfigmomanometri).
  • Il fabbisogno settimanale dell’Associazione, relativo all’approvvigionamento di tutti i dispositivi di protezione individuale necessari (per Hospice Albaro, Hospice Bolzaneto, Farmacia e Magazzino Cesare Rossi), è di circa 32.000 euro.
  • Quotidianamente, per garantire la sicurezza di ogni paziente in cura, spendiamo circa 122 euro.

La Gigi Ghirotti non si ferma,
ma ha bisogno del vostro aiuto.

ci permetterai di acquistare 100 mascherine chirurgiche oppure mascherine FFP2.

ci permetterai di coprire il costo giornaliero dei dispositivi di protezione per 1 paziente.

ci permetterai di fornire ai nostri operatori 22 tute protettive.

ci permetterai di continuare la nostra Mission.

Scegli TU come aiutarci.
Ogni contributo è importante. Grazie!