Cure palliative

Le cure palliative si occupano di prestare al paziente, quando la malattia non risponde più alle terapie aventi come scopo la guarigione, un controllo del dolore e degli altri sintomi al fine di preservare la migliore qualità della vita.

In questa fase della malattia la sofferenza ha più dimensioni, non solo quella fisica, ma anche emozionale, psicologica, sociale; ognuna di queste richiede risposte precise e delicate. Per la vastità dei problemi connessi a queste situazioni, con i rilevanti riflessi che ricadono sull’intera famiglia, si considera particolarmente importante estendere gli interventi al di là della sfera tecnico-sanitaria.

Per questo l’Associazione dispone di volontari, persone delle più diverse estrazioni, preparate in corsi specifici, che si affiancano all’equipe medico sanitaria per dare al malato e ai suoi familiari aiuto morale, psicologico, sociale, spirituale.

Domiciliare

Il principale scopo dell’Associazione è quello di assistere il malato nella propria abitazione, in un ambiente in cui il dolore è reso sostenibile dalle cure palliative e dalla presenza ed assistenza delle persone care, in un ambiente familiare.
L’assistenza viene praticata da equipe di personale sanitario specializzato composto da medici, infermieri, operatori sanitari, fisioterapisti e, quando necessari, psicologi. A questi si aggiunge, in molti casi, la presenza di volontari che portano il loro contributo di empatia e di esperienza in questo tipo di assistenza.

Assistenza domiciliare ai malati di AIDS

Questo tipo di assistenza è iniziato sperimentalmente nel 1° semestre 1994 e gestita anche attraverso una Convenzione stipulata con l’ASL 3 Genovese. Dai 10 malati previsti inizialmente si è arrivati ai 33 assistiti giornalmente con un massimo di circa 60 malati in carico all’Associazione. I costi dell’operazione , non interamente coperti dal contributo della ASL, sono integrati dall’Associazione prelevandoli dalla voce elargizioni. L’impegno nell’assistenza è sanitario e sociale ed è rivolto anche alle problematiche dell’intero nucleo familiare.

Per molti malati la componente psicosociale dell’assistenza assume via via sempre più rilevanza e coinvolge tutti gli operatori dell’équipe; per loro l’Associazione si è fatta carico di questi problemi, ed ha organizzato negli scorsi anni soggiorni di cura-vacanza in località climatiche, accompagnamento di alcuni pazienti a spettacoli teatrali e cinematografici, organizza  momenti di incontro. In accordo con il Politeama Genovese e Carispe ha offerto alcuni biglietti gratuiti, per pazienti accompagnati da operatori, per rappresentazioni teatrali;  biglietti gratuiti sono offerti ad assistiti accompagnati da operatori dell’Associazione anche per partite de campionato di calcio.

L’Associazione ha realizzato da diversi anni un progetto di inserimenti lavorativi per quei pazienti per cui si ravvisa l’opportunità di un reintegro nel mondo attivo.

L’indicazione dei pazienti da assistere perviene all’Associazione dal Centro Ospedaliero di Infettivologia dove il paziente è già seguito.

Assistenza a pazienti SLA

L’assistenza domiciliare a pazienti affetti da SLA è iniziata in Associazione nell'anno 2008 per merito dell’attuale responsabile dell’Hospice di Albaro. Nel tempo modalità e strutture per la terapia e l’assistenza si sono consolidate, fino a disporre di 5 camere dedicate nell’Hospice di Albaro, con il necessario contorno di competenze, esperienze e tecniche di supporto.
Nel 2013 è iniziato un progetto biennale per creare una assistenza strutturata a domicilio e la continuità tra assistenza domiciliare e Hospice, condividendo gli stessi principi di cura  per i pazienti.
I pazienti presi in carico in assistenza a domicilio possono essere curati in casa con tutte le competenze e tecniche che la malattia richiede.
L’ammissione all’assistenza da parte dell’Associazione viene decisa dopo un esame da parte di un neurologo o un medico di cure palliative, che valutano il grado di disabilità e le terapie necessarie.

In hospice

In situazioni in cui è necessario il ricovero del malato in una struttura di tipo ospedaliero, per la gravità del paziente e la difficoltà di provvedervi in casa, l’Associazione ha realizzato e reso operativi due Hospice (termine inglese che indicava le antiche case di riposo ai margini dei percorsi dei pellegrinaggi religiosi). L’Hospice costituisce un’integrazione della rete di assistenza domiciliare condotta dall’Associazione o da altre strutture sanitarie. Gli Hospice sono localizzati rispettivamente a Bolzaneto e nel quartiere di Albaro.
L’Hospice di Bolzaneto, ospitato in una struttura della ASL nell’edificio dell’ex ospedale Pastorino, dispone di 12 camere singole per malati oncologici; quello di Albaro, realizzato quasi ex-novo dall’Associazione con i contributi di donatori, tra i quali primeggiano la Fondazione CARIGE e la Regione Liguria, dispone di 18 camere, di cui 5 per i malati di SLA particolarmente attrezzate per questa patologia. In ciascun Hospice opera una struttura sanitaria, costituita da un medico, responsabile della struttura, da un coordinatore infermieristico e da operatori sanitari che garantiscono terapie ed assistenza nell’arco delle 24 ore.
I volontari dell’Associazione, distribuiti su turni settimanali di 2 ore, garantiscono i servizi complementari (accettazione, distribuzione dei pasti, assistenza ai malati ed ai familiari, …)
L’assistenza è totalmente gratuita, l’accesso ai familiari è aperto su tutte le 24 ore. Diritti e doveri dei pazienti e dei familiari sono riportati nella carta dei servizi dell’Hospice; viene assicurata l’assistenza spirituale con rappresentante della religione del paziente.

Il nostro Hospice di Albaro
Il nostro Hospice di Bolzaneto

Come accedere all'assistenza domiciliare

L’Associazione si è dotata di un centro di Coordinamento dell’Attività Domiciliare presidiato con continuità nei giorni feriali dalle 9 alle 19, al quale ci si può riferire telefonicamente al numero 0105222000-010518362-0103512600, o via mail all'indirizzo associazione@gigighirotti-genova.it o via fax al numero 010355206, ovvero riempiendo ed inviando questo modulo.

Non appena ricevuta la segnalazione un operatore del centro di coordinamento contatta telefonicamente la persona che ha fatto la segnalazione e valuta, dalle informazioni che riceve, se la segnalazione ricade nelle tipologie previste per l’assistenza. In caso positivo, entro tre giorni, un medico dell’Associazione effettua la prima visita domiciliare e valuta le necessità del paziente e quindi la possibilità di avviare l’assistenza domiciliare con un’équipe multidisciplinare.

Tutte le informazioni ricevute o trasmesse vengono trattate con la massima riservatezza, secondo la normativa sulla “privacy”.

CHIUDI
Acconsento al trattamento dei dati personali (informativa)

Come accedere all'assistenza in Hospice

Gli Hospice sul territorio della Asl 3 “Genovese”  sono tre (Gigi Ghirotti – Albaro, Gigi Ghirotti – Bolzaneto e Maria Chighine/Ist) collegati tra loro tramite la rete di cure palliative. Il modulo di richiesta di ricovero prevede che il paziente possa scegliere in quale struttura essere ricoverato.

L’accesso in Hospice avviene:
- per i pazienti a domicilio, attraverso la valutazione del medico  della rete di cure palliative domiciliare sia dell’Associazione Gigi Ghirotti che della Asl 3 Genovese, che dell’ospedale Galliera, che ha in carico il paziente
- per i pazienti ricoverati in ospedale o in altra struttura la valutazione avviene dal medico palliativista se presente o in caso contrario da un palliativista del territorio chiamato dalla struttura stessa.

Successivamente il familiare del paziente viene contattato dall’Hospice per un colloquio volto a valutare i bisogni del paziente  e dei familiari. Dopo il colloquio il paziente verrà ricoverato o inserito in una lista d’attesa.

La lista d’attesa segue un criterio cronologico entro il quale esistono 3 ordini di priorità:
- Paziente a domicilio
- Paziente in ospedale
- Paziente per eventuale ricovero di sollievo

Primo contatto e assistenza

tel +39 010 5222000
tel +39 010 518362
fax +39 010 355206
associazione@gigighirotti-genova.it

  Facebook  Twitter  Youtube  Condividi su Google+