Ci sono molte cose che puoi fare
insieme a noi

Diventa Volontario

Sostieni la cura del dolore e le cure palliative

Ci sono molte cose che puoi fare
insieme a noi
Diventa volontario

Sostieni la cura del dolore
e le cure palliative

Ci sono molte cose
che puoi fare insieme a noi
Diventa volontario

Sostieni le cure palliative

HOME → Volontari

Vuoi dedicare anche tu una piccola parte del tuo tempo ad aiutare che soffre? Partecipa al corso di formazione teorico e pratico per volontari.

Il nostro corso è iniziato il 3 ottobre 2019.

Si tratta di circa 14 incontri, che si svolgono luogo presso l’Auditorium Banca Carige in via David Chiossone 3 (adiacente Piazza De Ferrari).

Per informazioni sui prossimi corsi telefonare al nr. 337 163 31 74 o scrivere una mail all’indirizzo:  volontari@gigighirotti-genova.it;

chi sono

I Volontari

Il volontariato è stato l’origine e resta l’anima della Associazione.
Tutti i membri del Consiglio Direttivo, come da Statuto, sono volontari e praticamente con servizio… a tempo pieno.
Oltre 300 volontari operano attualmente nella Associazione, svolgendo compiti i più diversi.

Come e quando?

Assistenza alle persone malate

I volontari sono parte integrante dell’equipe, insostituibili nell’ ascolto e nello stare accanto. Perciò la loro formazione deve essere accurata e costante nel tempo. Veri volontari in cure palliative si diventa coltivando umiltà, consapevolezza di sé, equilibrio psicologico, esercitando l’ascolto, collaborando con l’equipe.

Accoglienza Familiari e Pazienti

L’attività di accoglienza si svolge presso il Coordinamento e la Farmacia.

Promozione delle cure palliative

Le cure palliative sono ancora un argomento poco e mal conosciuto. E’ importante che anche nella quotidianità individuale si riescano a divulgare contenuti corretti e verità sulle cure palliative. E i volontari sanno farlo benissimo.

Amministrazione in ufficio

Una parte di lavoro amministrativo viene svolto da specifici volontari addestrati.

Promozione per la ricerca fondi

Più del 40% dei costi dell’ Associazione derivano da donazioni e dal 5 per mille. La presenza dei volontari in questo settore è determinante.

I nostri poli sono dei centri dislocati in vari punti di Genova, per agevolare logisticamente i familiari degli assistiti. Sono gestiti quasi esclusivamente da volontari. Le principali attività sono:

  • Raccolta di farmaci inutilizzati portati dai cittadini (anche non assistiti dalla associazione) in confezioni integre e farmaci non da conservare in frigo. Questi farmaci sono portati subito dopo nella nostra farmacia per il controllo e la presa in carico.
  • Consegna ai familiari della persona assistita o a chi delegato, di farmaci prescritti dal medico dell’equipe curante (la preparazione della prescrizione viene effettuata precedentemente in farmacia)e di presidi (garze, materiale da medicazione).
  • Consegna di ausili (carrozzelle, deambulatori, aste flebo, ecc.) ai familiari, dietro prescrizione del medico dell’equipe curante.
  • Ritiro di ausili a fine assistenza.
  • Centro di ascolto e di informazione.
  • Punto di raccordo per l’equipe curante e di materiale da utilizzare nelle assistenze.
cosa fanno

e ancora…

nella cura dei giardini degli hospice, nelle piccole manutenzioni, nei trasporti e nelle innumerevoli iniziative …

… che scaturiscono dalla creatività dei volontari: ad esempio studiare incontri ed attività alternative per gli ospiti degli hospice, creare oggetti da proporre nei mercatini solidali, coltivare reti di amicizie che sfociano nell’organizzazione di eventi e raccolta fondi a favore dell’Associazione.

come

Come si diventa Volontari

Esistono dei criteri di preselezione per l’iscrizione e la tendenza a privilegiare, in entrata, la fascia d’età dai 18 ai 70 anni.

Ogni anno viene organizzato un corso di formazione per aspiranti volontari; consiste in circa 14 incontri di due ore ciascuno per due volte alla settimana (tre assenze tollerate).
Nei mesi precedenti vengono effettuati i colloqui di preselezione, per poter eventualmente accedere all’iscrizione. Tale colloquio, con un responsabile dei volontari e uno psicologo, è indispensabile per verificare le motivazioni, le attitudini, la disponibilità di tempo (mezza giornata alla settimana) e altro.

Leggi di più

Questo tipo di servizio volontario è particolarmente delicato ed è responsabile ed etico effettuare una selezione che tuteli sia le persone malate e le loro famiglie, sia l’equilibrio psicologico dei volontari. Alcuni motivi di eventuali esclusioni sono: aver subito un lutto recente, assumere regolarmente psicofarmaci, aver avuto diagnosi recenti di tumore per sé o in famiglia.
A fine corso viene effettuato un colloquio finale con due responsabili; in questa occasione si “tirano le fila” del corso, delle sensazioni reciproche, si individua insieme la eventuale collocazione di servizio, quindi l’inizio del tirocinio con l’affidamento ad un tutor per un periodo non inferiore al mese.
Ma il processo di formazione dura per sempre e perciò, per chi presta servizio in assistenza, viene chiesta la disponibilità per incontri di equipe, di supervisione, di formazione permanente.

Sognai, e vidi che la vita è gioia; mi destai, e vidi che la vita è servizio. Servii, e vidi che nel servire c’è gioia.

Rabindranath Tagore

Per saperne di più

  • Invia una mail a volontari@gigighirotti-genova.it
  • Chiama il numero: 337 163 3174
  • Invia il modulo qui presente
    Sarai contattato quanto prima da un responsabile dei volontari che ti darà ulteriori chiarimenti e potrai eventualmente concordare un appuntamento.